L’importanza di essere un leader per diventare calciatore professionista

Un calciatore professionista è prima di tutto una persona di successo: come spesso accade le persone di successo hanno delle qualità caratteriali ben definite che li hanno spinti al raggiungimento di quel traguardo.

Tra tutti questi aspetti caratteriali sicuramente il più importante è quello della leadership.

Ma cosa vuol dire veramente essere leader?

Spesso a questa parola si associa l’errata convinzione che il leader sia un condottiero e che trascini dietro di sé tanti gregari.

In realtà la storia del calcio insegna che nelle squadre vincenti, non c’è mai un solo leader che trascina gli altri, ma tanti leader che insieme lottano per arrivare ad un obiettivo comune e condiviso.

Facciamo un esempio: proviamo ad osservare insieme la nazionale campione del mondo del 2006: chi era il leader di quella formazione?

Impossibile fare un nome, la risposta è tutti e nessuno.

Totti, Del Piero, Gattuso, Buffon, Cannavaro, Pirlo e sicuramente ti verrà in mente qualche altro nome. Quale caratteristica accomunava tutti questi grandi campioni che ho citato?

Il fatto di essere prima di tutto leader di se stessi.

Questa definizione, che ho preso in prestito da un fantastico libro del formatore italiano Roberto Re, numero uno al mondo nel settore della crescita personale, chiarisce il concetto che voglio far passare: per diventare un leader all’interno della tua squadra devi essere prima di tutto essere leader di te stesso. Questo significa che:

-Devi avere chiari i tuoi obiettivi

-Devi avere la forza e la determinazione per perseguirli

-Devi saper affrontare chi ti ostacola nel tuo cammino

-Devi saper imporre la tua personalità.

Sei d’accordo con me? Sei consapevole del fatto che i calciatori che ti ho citato hanno queste caratteristiche?

Oltre ad avere sicuramente una base caratteriale di un certo tipo, hanno però lavorato costantemente per migliorarsi e costruire la propria personalità e la loro leadership, non in rapporto agli altri ma prima di tutto in relazione ai loro obiettivi personali.

Attenzione, non sto parlando di supponenza, arroganza, o altri atteggiamenti di questo tipo, tutt’altro.

Il grande leader sa ascoltare e prendere il meglio da ognuno.

Ti invito a riflettere su queste considerazioni e a lavorare sulla costruzione della tua leadership personale per poterla mettere al servizio della squadra.

La leadership è uno degli aspetti caratteriali che servono per diventare un professionista, insieme ad altre attitudini caratteriali che segnano la differenza tra un potenziale talento e un vero campione: se vuoi scoprire se hai la testa giusta e il carattere per diventare un calciatore professionista, fai il TEST psicologico che i nostri esperti hanno preparato per te.

VAI AL TEST

Dacci dentro campione, il grande calcio aspetta solo te!

Leave a Reply

google331d33285617f541.html